Monitoraggio artropodi e insetti striscianti

Prima di dover eliminare un’infestazione in piena regola, un’azienda può tutelarsi effettuando un monitoraggio degli insetti striscianti accurato e puntuale. L’analisi dei dati permetterà interventi mirati ed efficaci, solo quando davvero necessari.

La moderna disinfestazione si basa sul concetto di ridurre al minimo il numero e il peso degli interventi effettivi con strumenti meccanici o chimici: per fare questo è necessario poterli mettere in opera con la massima precisione ed efficacia, il che riduce costi e impatto ambientale mantenendo elevato il risultato finale. Per ottenere questo risultato, occorre un accurato monitoraggio degli infestanti, così da avere le informazioni necessarie a pianificare l’attività.

Il monitoraggio degli insetti striscianti viene effettuato tramite l’installazione di una serie di trappole collanti per catturare formiche, blatte e altri animali simili, che vengono attratti dai particolari feromoni emessi dall’esca. Un’analisi professionale degli ambienti aiuterà a determinare i punti esatti in cui disporre tali oggetti, focalizzandosi su quelli a maggior rischio (come quelli con un microclima caldo e umido, o dove si accumulano residui di cibo). Il regolare controllo delle trappole permetterà così sia l’identificazione delle specie presenti, sia le dinamiche della popolazione; e a seguito degli interventi di disinfestazione, renderà possibile verificare i risultati in modo continuo, dando così modo di mettere in atto ove necessarie immediate azioni correttive.

Riassumendo, ecco gli infestanti che vengono controllati con un monitoraggio degli insetti striscianti:

  • Formiche
  • Blatte e scarafaggi
  • Ragni
  • Scorpioni
  • Zecche
  • Pulci
  • Cimici dei letti
  • Centopiedi e millepiedi

Per discutere di un piano di monitoraggio degli insetti striscianti per la vostra azienda, contattateci subito: basta cliccare qui.