Monitoraggio artropodi e insetti striscianti

Hai problemi con infestanti? Vuoi discutere con noi un piano di monitoraggio per la tua azienda o per il tuo palazzo?

Prima di dover eliminare un’infestazione in piena regola, un’azienda può tutelarsi effettuando un monitoraggio degli insetti striscianti accurato e puntuale. L’analisi dei dati permetterà interventi mirati ed efficaci, solo quando davvero necessari.

 

 

Una disinfestazione moderna ed efficace

La moderna disinfestazione si basa sul concetto di ridurre al minimo il numero e il peso degli interventi effettivi con strumenti meccanici o chimici: per fare questo è necessario poterli mettere in opera con la massima precisione ed efficacia, il che riduce costi e impatto ambientale mantenendo elevato il risultato finale. Per ottenere questo risultato, occorre un accurato monitoraggio degli infestanti, così da avere le informazioni necessarie a pianificare l’attività.

Il monitoraggio degli insetti striscianti viene effettuato tramite l’installazione di una serie di trappole collanti per catturare formiche, blatte e altri animali simili, che vengono attratti dai particolari feromoni emessi dall’esca. Un’analisi professionale degli ambienti aiuterà a determinare i punti esatti in cui disporre tali oggetti, focalizzandosi su quelli a maggior rischio (come quelli con un microclima caldo e umido, o dove si accumulano residui di cibo). Il regolare controllo delle trappole permetterà così sia l’identificazione delle specie presenti, sia le dinamiche della popolazione; e a seguito degli interventi di disinfestazione, renderà possibile verificare i risultati in modo continuo, dando così modo di mettere in atto ove necessarie immediate azioni correttive.

Riassumendo, ecco gli infestanti che vengono controllati con un monitoraggio degli insetti striscianti:

  • Formiche
  • Blatte e scarafaggi
  • Ragni
  • Scorpioni
  • Zecche
  • Pulci
  • Cimici dei letti
  • Centopiedi e millepiedi

TECNICA DI MONITORAGGIO

Il monitoraggio degli insetti striscianti, prevede sia il controllo visivo degli ambienti, al fine di rinvenire tracce, segnali o esemplari che ne determinino la presenza; sia il posizionamento strategico di specifiche postazioni (trappole collanti) all’interno delle strutture e degli ambienti che necessitano di un costante e regolare controllo. Le postazioni di monitoraggio, attirano gli insetti attraverso uno specifico adescante alimentare, ed essendo dotate di una piastra con superficie collante, ne consentono la cattura. Mediante questa tecnica sarà possibile stabilire le specie di insetti presenti, il livello di infestazione e, attraverso i controlli periodici, l’andamento dell’infestazione o l’esito di un trattamento di disinfestazione.

RACCOLTA E ANALISI DEI DATI DI MONITORAGGIO


I dati relativi al monitoraggio consentono di acquisire da ciascuna postazione le seguenti informazioni: quntità di insetti (livello di infestazione), genere/specie e stadio di sviluppo degli infestanti catturati, tipo di infestante in correlazione alla zona di ubicazione della postazione.

DOCUMENTAZIONE DEI PUNTI DI MONITORAGGIO


Tutte le postazioni e i dispositivi impiegati per il monitoraggio degli insetti striscianti, vengono segnalati da idonei cartelli, riportanti: il numero progressivo della postazione, il tipo di postazione, il tipo di attrattivo. Tutte le postazioni di monitoraggio insetti striscianti vengono riportate sulle planimetrie della struttura, che elaborate su supporto informatico, rappresentano un documento richiesto dalle procedure di igiene e sicurezza ambientale, nonché dagli standard di qualità delle attività alimentari e non (Haccp, BRC, IFS, ecc.).

ESITI DEL MONITORAGGIO

 

La valutazione della presenza di insetti striscianti si basa sull’elaborazione dei dati raccolti in fase ispettiva e sui risultati derivanti dal monitoraggio delle postazioni. Sulla base dell’esperienza e delle linee guida dettate dagli enti di certificazione e controllo, vengono definite precise “soglie di intervento”, con le quali è possibile valutare l’infestazione riscontrata e quindi la necessità di intervenire mediante un’azione correttiva, che è spesso rappresentata dall’esecuzione di uno o più trattamenti mirati di disinfestazione e/o dall’applicazione di misure di prevenzione delle infestazioni e protezione degli ambienti. Successivamente, l’analisi dei moduli di monitoraggio e disinfestazione, dei dati raccolti e dalle segnalazioni, renderanno possibile la creazione di relazioni e rappresentazioni grafiche sull’andamento cronologico delle infestazioni.