Rivestimenti anti smog? Ci ha pensato REair

Rivestimenti anti smog REair

Rivestimenti anti smog? Ci ha pensato REair

Particolari Rivestimenti ANTI SMOG si ottengono tramite una sostanza di rivestimento superficiale attivo che, grazie a un trattamento naturale, validato e duraturo, garantisce azione anti-smog ed igienizzante delle superfici e degli ambienti di vita e di lavoro, sia interni che esterni.

Si tratta di REair, una tecnologia basata su un brevetto ecologico, sviluppata in sei anni di studi e test scientifici dall’omonima startup clean-tech di Milano, che grazie alla fotocatalisi, elimina molecole nocive, batteri e muffe.

“Siamo partiti dall’idea di trasformare gli ‘edifici in alberi’ e poi di rendere ‘democratica’ la fotocatalisi con un ‘coating’ (rivestimento, nda) da applicare su tutti i supporti, anche per interni”, spiega l’ad Raffaella Moro.

Privo di solventi chimici (certificato UL Green Guard Gold), REair è una soluzione al 99% acquosa, trasparente che può essere nebulizzata su muri, vetri, metalli o cemento in esterni, nonché tendaggi, divani e ambienti interni, da parte di personale tecnico. Il restante 1% è costituito in parte da biossido di titanio, già utilizzato nei calcestruzzi e nelle vernici fotocatalitiche, per nuovi edifici o tunnel.

Sono una ventina i partner autorizzati, tra cui Gruppo Indaco, certificati e addestrati con un’apposita formazione.

Reair può essere applicata con funzione protettiva e autopulente sui manufatti già esistenti “e aderisce a lungo grazie a una sostanza adesivizzante compatibile alle diverse superfici, con efficacia maggiore rispetto ai vecchi sistemi in un rapporto 90-10”, spiega Gian Luca Guerrini, ingegnere del comitato scientifico di REair. Acciaio escluso: “Troppo liscio”, spiega Moro.

L’aeroporto di Venezia, la tenda triage dell’ospedale di Locarno, il porto di Bari, l’istituto scolastico Gonzaga di Milano: sono alcuni casi di applicazione del prodotto inodore, incolore e trasparente anche sui vetri. Il residuo dell’ossidazione dei composti inorganici e organici attivata sulle superfici “produce microsali inerti, oppure CO2 e acqua a seconda del tipo di inquinante”, spiega Moro.

Studi di laboratorio eseguiti secondo metodi standard hanno verificato l’eliminazione del -99,98% di stafilococco aureo, del -99,78% di escherichia coli e, come dimostrato da Università di Torino e Cnr, del -94% di ossidi di azoto in un’ora.

“L’attività igienizzante può durare anche dodici mesi in funzione delle aree e superfici trattate”, sottolinea Moro. Alla guida del comitato scientifico della società c’è il professor Angelo Del Favero, già direttore dell’Istituto superiore della Sanità.

REair ha ampliato il raggio d’azione con l’inaugurazione di una filiale a Los Angeles, nata nella primavera 2020 per rispondere al mercato estero. Inoltre la startup può contare su distributori autorizzati negli Emirati, in Svizzera e altri accordi sono in via di definizione in Germania ed Est Europa.

Rivestimenti ANTI SMOG una soluzione all’avanguardia per proteggere l’ambiente e l’uomo…

REair si attiva con la luce

per maggiori informazioni

close

Ciao 👋
Grazie per la tua visita

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti mensili nella tua casella di posta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi questo post